Nomentano Today

Tangenziale Est, le rampe da abbattere sono cadute nel dimenticatoio

La denuncia viene dalla Fillea Cgil di Rieti Roma Est Valle dell'Aniene: "Si tratta di un'opera urgente". Il progetto era stato annunciato dal Campidoglio nel 2014

L'iter sarebbe dovuto partire per la fine di ottobre 2014. I lavori avviati nell'estate del 2015. E invece, del cantiere per lo smantellamento delle rampe della Tangenziale Est finalizzato alla riqualificazione ancora non c'è traccia. “Sappiamo che i fondi ci sono e che il municipio ha più volte sollecitato il Comune per l'avvio dei cantieri ma ad oggi è tutto fermo” spiega a Romatoday Gervasio Capogrossi della  Fillea Cgil di Rieti Roma Est Valle dell'Aniene. 

LAVORI FERMI - Con una nota il sindacato ha sollecitato l'avvio dei lavori. “Si tratta di un'opera urgente e indispensabile per il quartiere, sul quale grava degrado e insicurezza, in particolare per la situazione di incuria e abbandono che l'area sottostante alla rampa presenta” scrive. “Su questo problema il presidente del municipio, Giuseppe Gerace, ha già scritto al commissario Tronca per chiedere lo sblocco della situazione. I fondi ci sono e sono quelli previsti dalla Legge per Roma Capitale”.

L'ANNUNCIO - Alla fine del settembre scorso il Campidoglio aveva annunciato l'approvazione del progetto definitivo per i “lavori di demolizione del tratto in elevazione e relativi svincoli della circonvallazione Nomentana e sistemazioni superficiali”. Entro la fine del mese di ottobre 2014 sarebbe dovuta partire la gara per la riqualificazione che sarebbe dovuta partire nell'estate del 2015 e durare 15 mesi. 

IL PROGETTO - L'abbattimento non riguarda tutta la tangenziale che si snoda tra i palazzi ma circa 500 metri di viadotto, quello che va dalla stazione Tiburtina all'incrocio con via Teodorico, e delle sei rampe che collegano l'asse stradale alla via Tiburtina. Con il progetto inoltre dovrebbe essere riqualificata anche l'area davanti alla stazione.

LA MOBILITAZIONE - “Si tratta di una situazione inammissibile, che si ripete per tante opere già finanziate e mai iniziate oppure che inspiegabilmente si bloccano, mentre la di crisi occupazionale in cui versa il comparto del lavoro edile è sempre più drammatica” si legge nella nota. “La Stazione Tiburtina ha assunto un ruolo fondamentale come snodo del trasporto su ferro e gomma ed è importantissima per lo sviluppo della Capitale. In mancanza di interventi concreti mirati al completamento e alla riqualificazione dell'intera area, intraprenderemo una specifica mobilitazione insieme ai comitati di quartiere” conclude la nota.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • c'e pensa er marziano quando ritorna!!!! e quando ritorna??????

Notizie di oggi

  • Politica

    Dalla sinistra 'Eurostop' alla 'destra sovranista': a Roma sei 'piazze' contro il summit Ue

  • Testaccio

    25 marzo, l'altolà del municipio: "Il corteo non passi da Testaccio"

  • Politica

    Stadio della Roma, il nuovo progetto non c’è. Ma sarà uno “#Stadiofattobene”

  • Cronaca

    Malore per undici adolescenti in gita scolastica: ambulanze in Campidoglio

I più letti della settimana

  • "Dammi un passaggio in moto": poliziotto chiede aiuto a passante e arresta pusher

  • Sapienza: ruba sedia a rotelle ad un disabile per scorazzare all'università, denunciato

  • Villa Massimo, fari accesi sulla riapertura: sopralluogo nell'area verde, cittadini ai cancelli

  • Spacciano droga a giovani e turisti: arrestati nove pusher della movida

Torna su
RomaToday è in caricamento