NomentanoToday

Terrore a Piazza Bologna, raggio laser contro l'asilo: tre bimbi in ospedale

Da un mese un potente raggio laser colpisce i bambini di una classe al secondo piano della scuola materna "Falcone e Borsellino". Tre i bambini ricoverati con danni alle cornee: 2 venti giorni fa e uno oggi

È tornato a colpire questa mattina il misterioso raggio laser puntato contro i bambini di una classe al secondo piano della scuola materna “Falcone e Borsellino” di piazza Bologna. Già venti giorni fa due bambini sono stati colpiti agli occhi e trasportati d'urgenza al Pronto Soccorso, dove il personale medico ha riscontrato delle lesioni alla cornea.

E oggi altri due bambini sono stati portati all'ospedale con gli occhi gonfi e lacrimanti. La preside dell'istituto, Silvia Sanseverino, ha sporto denuncia ai Carabinieri e le maestre hanno deciso di fare lezione con le tapparelle abbassate. Come dichiarato all'agenzia di stampa Agi dal presidente del Consiglio d 'Istituto Giampaolo Cutonilli , la paura e la confusione stanno crescendo tra i genitori della scuola: “Quando è successo il primo episodio, abbiamo pensato a un caso isolato. Ma oggi il raggio è tornato e non sappiamo se si tratti del gesto di un pazzo o di un bambino alle prese con un giocattolo pericoloso. La portata del raggio laser, infatti, è molto ampia ed è escluso che possa trattarsi di un oggetto in commercio. Visto che il raggio può provenire soltanto da alcuni appartamenti che si affacciano su via Cremona – ha concluso Cutonilli - sollecitiamo le autorità pubbliche ad intervenire prontamente per far luce su questa vicenda".

I piccoli sono finiti in ospedale per arrossamento cutaneo e lacrimazione agli occhi, ma non hanno subito gravi conseguenze. I bambini, accompagnati dai genitori, sono stati trasportati al Pronto Soccorso del Policlinico Umberto I dal quale sono stati dimessi senza prognosi. Uno di loro è tornato a scuola alcune ore dopo. Nel frattempo, per precauzione, alcune maestre hanno abbassato le serrande. La dirigente scolastica, Silvia Sanseverino, ha tranquillizzato le famiglie precisando che "ai carabinieri è stato richiesto di procedere a tutti gli accertamenti tecnici necessari a individuare la traiettoria del fascio di luce, per identificare i responsabili di quanto denunciato, perseguirli e punirli secondo le prescrizioni di legge".

Nel frattempo, per precauzione, alcune maestre hanno abbassato le serrande. La dirigente scolastica, Silvia Sanseverino, ha tranquillizzato le famiglie precisando che "ai carabinieri è stato richiesto di procedere a tutti gli accertamenti tecnici necessari a individuare la traiettoria del fascio di luce, per identificare i responsabili di quanto denunciato, perseguirli e punirli secondo le prescrizioni di legge".

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

Torna su
RomaToday è in caricamento