NomentanoToday

Chiuso sottovia della Tiburtina: caos e traffico nella zona di piazzale delle Province

Code di auto e mezzi pubblici a partire dalla zona di Portonaccio. Il sottopasso chiuso "causa allagamento"

Traffico in tilt sulla via Tiburtina in seguito alla chiusura dei sottovia della stazione Tiburtina "causa allagamento". L'interdizione è stata necessaria domenica sera, in seguito al violento nubifragio che si è abbattuto in città ed in particolar modo sul versante sud est della Capitale. A farne le spese anche i sottopasssi che dalla zona dello scalo ferroviario permettono l'accesso alla zona di San Lorenzo, del Nomentano e l'inversione di marcia in direzione Portonaccio. Una zona nevralgica del traffico della zona, con mezzi pubblici, bus turistici, auto e mezzi a due ruote incalanati in un'unica strada. 

 

Traffico sulla via Tiburtina 

In particolare, come indica LuceVerde, causa allagamento sono stati chiusi i sottovia della stazione Tiburtina in entrambe le direzioni sino al termine delle operazioni di bonifica. Inevitabili le ripercussioni al traffico sin dalla zona di Portonaccio con una lunga fila di automobilisti in coda sino a piazzale delle Province con ripercussioni anche su via via della Lega Lombarda, piazza delle Crociate e via Catania sino a viale Regina Margherita. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

 


 

Allegati

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento