NomentanoToday

Villa Massimo, al via i sopralluoghi nell'area: "Riaperta entro l'estate"

I rilievi, che dureranno circa una settimana, sono finalizzati alla stesura di un progetto per la riapertura. L'assessore municipale Fabiano: "Firmeremo un protocollo con il Comune"

Un primo passo verso la riapertura della Pineta di Villa Massimo. Questa mattina i lucchetti dei cancelli del 'Giardino Giuseppe Di Meo' sono stati riaperti. E all'interno, tra erba incolta e panchine divelte, la presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, accompagnata dal suo assessore all'Ambiente, Rino Fabiano, un gruppo di vigili e i rappresentanti del dipartimento Tutela Ambientale. Obiettivo del sopralluogo, dare il via ai rilievi, soprattutto sullo stato di salute degli alberi, propedeutici alla stesura di un progetto che porti alla riapertura dell'area verde di 7 mila metri quadri chiusa ormai da oltre 4 anni a causa delle vicende giudiziarie legate alla concessione dell'area a un operatore privato, i cosiddetti 'Punti verde infanzia'. "Mentre la vicenda della concessione deve fare il suo corso a livello giudiziario, aspetto sul quale il municipio non ha voce in capitolo" ha spiegato l'assessore Fabiano, "siamo al lavoro perché la villa possa essere riaperta entro l'estate".  

I lavori partiti questa mattina dureranno circa una settimana e saranno propedeutici alla stesura di un progetto che verrà autorizzato dalla Sovrintendenza Capitolina. Una decisione che potrebbe sbloccare il destino dell'area verde, frutto di un incontro avvenuto il 1 marzo scorso al quale hanno partecipato il Campidoglio, il II Municipio, il Dipartimento Tutela Ambientale e l'Avvocatura capitolina. "Il nostro obiettivo è quello di mettere in sicurezza il parco e ripristinare lo stato originario dei luoghi tramite la risistemazone del verde, sia orizzontale sia verticale, degli arredi e dei camminamenti. Ovviamente provvederemo anche all'abbattimento degli abusi edilizi realizzati al suo interno" continua Fabiano. "Poi ripristineremo anche l'area giochi per bambini ma in questo momento l'urgenza è quella di rendere nuovamente fruibile il parco a tutta la cittadinanza". 

Così come anticipato a Romatoday dall'assessore comunale all'Ambiente, Pinuccia Montanari, il progetto sarà oggetto di un protocollo d'intesa tra il dipartimento e il municipio che stabilisca le rispettive responsabilità per la gestione e la manutenzione dell'area. "Al Municipio andrà la cura del cosiddetto 'verde orizzontale', al dipartimento la manutenzione degli alberi. Vanno definite poi le forme e i modi per garantire l'accesso al giardino dall'alba al tramonto" continua Rino Fabiano che insieme alla presidente Del Bello ha esultato: "È un grande giorno per noi. Indietro non si torna". 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Sciopero: domani 24 luglio stop a metro, bus, treni e taxi. Tutte le informazioni

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Pistola contro la vittima per rapinarla del Rolex, poi cade in scooter durante la fuga

Torna su
RomaToday è in caricamento