NomentanoToday

Via Corvisieri, addetta pulizie decapitata da ascensore: indagato il titolare

Il 13 settembre Piera Pronti stava pulendo il vano interno dell'ascensore quando è rimasta uccisa. Il titolare della ditta è accusato di omicidio colposo aggravato. Potrebbero spuntare altri nomi

C' é un primo indagato per la morte di Piera Pronti, l'addetta alle pulizie decapitata, il 13 settembre scorso, dall'ascensore del palazzo di via Corvisieri, a Roma, durante le operazioni di pulizia della grata del vano ascensore. Si tratta del titolare della ditta presso la quale la donna prestava servizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pm Maria Bice Barborini, titolare degli accertamenti, ha ipotizzato per l'indagato il reato di omicidio colposo aggravato per non aver fornito alla dipendente materiali idonei per lavorare in sicurezza. Quella del titolare della ditta di pulizie potrebbe non essere l'unica iscrizione nel registro degli indagati: a breve dovrebbero essercene altre in relazione al funzionamento dell'ascensore durante le pulizie della grata interna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

Torna su
RomaToday è in caricamento