NomentanoToday

Porta Pia: sopra sosta 'selvaggia', sotto un parcheggio chiuso dal '68

Un maxi parcheggio costruito nel 1968 e mai aperto che potrebbe contenere centinaia di auto. Sopra, nel piazzale e strade limitrofe, il codice della strada è un optional

Divieto d'accesso datato 18.9.1968

Quarant'anni di silenzio e un parcheggio inutilizzato, abbandonato, sprecato, sotto una delle zone più ingolfate di Roma. Tutti i giorni, fatta salva forse la domenica, il piazzale di Porta Pia è un caos totale. Auto parcheggiate ovunque, con il classico fenomeno della sosta 'selvaggia' in doppia e tripla fila, sul marciapiede, sulle strisce pedonali, in bilico sulle radici degli alberi. Chi ha più fantasia, parcheggi pure. In barba al più elementare codice della strada.  

E pensare che proprio sotto il Monumento al Bersagliere di posti ce ne sarebbero parecchi. C'è un parcheggio sotterraneo, fatto costruire nel 1968 insieme al sottovia di Corso d'Italia, pronto per essere utilizzato. Ci sono le uscite di sicurezza, le scale pedonali e un posto che potrebbe accogliere qualcosa come 500 auto, liberando la superficie. Ma, non si sa per quale motivo, è morto appena nato. Non è mai stato aperto. C'è ancora un cartello di divieto d'accesso, datato 18 settembre 1968, che quasi fa sorridere. 

​​

Nel tempo è stato usato come rimessaggio dai vigili urbani e un piccolo spazio, qualche metro, funge da unità di controllo dei sottovia del Muro Torto, sempre per i caschi bianchi. Per il resto il buio regna, con il degrado, immancabile, sulle scalinate piene di bottiglie di alcolici, e i 'senza tetto' che approfittano di un cancello mezzo aperto per ripararsi dal freddo. 

Nel 2010 l'ultimo tentativo, vano, di dargli un senso. Un progetto di riqualificazione della piazza con concessione del parcheggio al Ministero delle Infrustrutture rimasto sul tavolo dell'ex sindaco Alemanno. Certo, la soluzione non piaceva proprio a tutti visto che i posti, limitati a un centinaio, erano destinati ai dipendenti ministeriali. Ma il tempo di protestare non c'è stato, perché anche quella strada si è conclusa in un nulla di fatto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento