NomentanoToday

Tangenziale Est, dopo l'abbattimento parchi e ciclabili: la proposta dei cittadini

Associazioni e residenti presenteranno una proposta di delibera al Campidoglio: "Area della Stazione Tiburtina diventi a misura d'uomo"

foto: Comitato Cittadini Stazione Tiburtina

Se i tempi annunciati dal Comune verranno rispettati, prima dell'inizio dell'estate inizieranno i lavori per l'abbattimento della Tangenziale Est: giù quel tratto di sopraelevata che corre per 460 metri in prossimità della stazione Tiburtina. Un intervento atteso da quasi vent'anni. 

Abbattimento Tangenziale Est: giù sopraelevata e rampe

Nel corso del cantiere, che durerà 450 giorni naturali e consecutivi, dunque circa un anno e tre mesi, verranno smantellati il viadotto e le relative rampe con le aree "liberate" che dovranno poi essere oggetto di riqualificazione. 

Grandi spazi da restituire al quartiere dopo anni di cemento e smog. Così, con l'iter ancora in corso e nessun progetto definitivo approvato, i cittadini immaginano e progettano il futuro dell'area di Stazione Tiburtina dopo l'abbattimento della Tangenziale Est. 

Pronta la proposta di delibera popolare all’Assemblea Capitolina per ridisegnare completamente quella parte di città che, smantellata la sopraelevata, vuole rinascere assai più bella e decorosa. 

“Con l’imminente partenza dei lavori di abbattimento della sopraelevata auspichiamo che la città colga l’opportunità di cambiare l’attuale veste autostradale della zona in un’area con spazi di qualità e a misura d’uomo” - hanno detto i rappresentanti dell'associazione Rinascita Tiburtina, Cittadinanzattiva assemblea territoriale Nomentano, Comitato Cittadini Stazione Tiburtina e Vento di Cambiamento Fenix che venerdì depositeranno in Campidoglio la proposta urbanistica. 

Un progetto, pensato e voluto dai cittadini, realizzato dallo Studio di Architettura e Urbanistica Partecipata AUP: “La mission del nostro Studio è proprio quella di assistere il cittadino che ad oggi è il soggetto meno consapevole dei processi urbanistici e che di contro, se messo in condizione, può essere autorevole e prezioso promotore di progetti di altissima qualità” - hanno spiegato gli architetti Ettore Pellegrini e Sebastiano Giannuzzi.

Il progetto dei cittadini per l'area di Stazione Tiburtina

Il progetto preve che la Circonvallazione Nomentana passi dalle attuali cinque corsie automobilistiche ad una sola corsia per senso di marcia con parcheggi da entrambi i lati, una pista ciclabile ed un parco lineare che va dalla Stazione Tiburtina a Via Nomentana. 

"La nostra pista ciclabile collegherà quella in realizzazione su via Tiburtina con quella della Nomentana così da creare un vero sistema integrato di percorsi ciclabili" - hanno aggiunto gli architetti anticipando come nel nuovo piazzale Ovest il progetto confermi la presenza dell'autostazione dei pullman Tibus che, dopo il caso del trasferimento ad Anagnina, non ha ancora trovato dimora certa a Tiburtina. 

Insomma abbattuta la Tangenziale Est l'area della stazione, come immaginata dalle associazioni e dai residenti promotori del progetto, dovrà rinascere verde, a misura d'uomo e più vivibile. La presentazione ufficiale della trasformazione urbanistica da presentare al Campidoglio è fissata per giovedì 14 marzo nella Sala Cittadina sita in via Boemondo alle ore 17.30. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

Torna su
RomaToday è in caricamento