NomentanoToday

San Lorenzo, il Nuovo Cinema Palazzo lancia l'appello contro lo sgombero: "Chi disprezza sgombera"

L'appello degli attivisti: "Firmate e scattate una fotografia con il cartello"

Marcello Fonte, attore. Una delle fotografie in sostegno del Cinema Palazzo

"Chi disprezza sgombera". Decine di facce, anche volti noti. Decine di fotografie diffuse via Facebook. E' la campagna in sostegno del Nuovo Cinema Palazzo di San Lorenzo, che rientra nella lista dei 21 immobili da sgomberare. Una lista provvisoria, sul tavolo della Prefettura, al quale sono seduti anche Comune e Regione, ormai da mesi, che racchiude tutti quegli immobili sui quali pendono provvedimenti dell'autorità giudiziaria. Tra questi molti stabili abitati da migliaia di persone, ma anche diversi centri sociali della città. Tra cui il Nuovo Cinema Palazzo. 

"La mattina del 23 aprile esce la notizia. Il Nuovo Cinema Palazzo, insieme ad altre ventuno occupazioni abitative e non, è sotto sgombero. Ma sopra? Al di sopra della notizia che succede? Che abbiamo trovato mai di tanto prezioso dentro questo vecchio palazzetto, che prima era un teatro, poi è stato un cinema, quindi si è trasformato in una sala biliardo e alla fine è rimasto chiuso per anni, a guardare ammutolito Piazza dei Sanniti e il suo traffico?", scrivono gli attivisti del Nuovo Cinema Palazzo nell'appello. 

"Perché vogliamo tutelarlo ancora, dopo che in un’altra mattina di aprile, otto anni fa, ci entrammo per impedire il progetto di farne un casinò? Certo, sono ancora vive le ragioni che ci mossero allora, quelle ragioni che si legano all’impatto sociale disastroso che avrebbe comportato l’apertura di una nuova filiera del gioco d’azzardo in un quartiere popolare che era ed è immerso in problemi più grandi di lui, lo spaccio, la droga, la criminalità organizzata, la violenza". 

"Ma come San Lorenzo non è né soprattutto né soltanto quei fenomeni, così quella prima radice della nostra azione collettiva ha germogliato. E da quel palazzo siamo nati noi". E di seguito un lungo elenco che va da attori a gruppi musicali, falegnami e cuochi, idraulici e compagnie teatrali, scrittori e storici, migranti, famiglie, precari. "Il Nuovo Cinema Palazzo non ci ha solo contenuti tutti. Gli dobbiamo la vita come comunità". 

Da qui l'appello: "Vi chiediamo quindi di venire al Cinema Palazzo, di firmare quest’appello e di scattare una fotografia con un cartello di sostegno che porti la scritta “Chi disprezza, sgombera”.
Tra i molti volti di attivisti e cittadini comuni, spiccano quelli degli attori Marcello Fonte, Elio Germano, Arianna Dell'Arti, Michele Riondino, Isabella Ragonese e Daniele Fabbri, e ancora i musicisti Alessandro Pieravanti, Giorgio Canali, Lucio Leoni, I Colle der Fomento, Ivan Talarico e il fumettista Mauro Biani.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

Torna su
RomaToday è in caricamento