NomentanoToday

San Lorenzo, basta eventi all'ex Dogana: i gestori riconsegnano lo spazio

La decisione arriva dopo 4 mesi senza i permessi per le attività. Il Tribunale ha inoltre revocato la sospensiva alla richiesta di rilascio

Chiude l’ex Dogana. O meglio. Spazio Temporaneo srl, società che ha organizzato gli eventi negli ultimi anni all’interno degli spazi di via dello Scalo di San Lorenzo, ha deciso di riconsegnarli al proprietario. L’area di oltre 24 mila metri quadrati torna nelle mani di Residenziale Immobiliare 2004, la controllata di Cassa depositi e prestiti immobiliare, che è pronta ad avviare i cantieri per la costruzione del The Student Hotel insieme al gruppo olandese inventore della catena di ostelli. Concerti e serate a tema, in realtà, sono terminati già a gennaio. Da quasi quattro mesi infatti la società non ha i permessi degli uffici capitolini per organizzare eventi con bigliettazione. “Stiamo andando in passivo”, ha spiegato a Romatoday Sergio Maria Ortolani, tra i gestori.

A pesare sulla decisione anche gli aggiornamenti sul fronte del contenzioso che Spazio Temporaneo ha aperto con Cdp Immobiliare per contestare la legittimità dei contratti di locazione transitori che si sono succeduti nel tempo. Il Tribunale civile di Roma aveva disposto la sospensione dell’esecutività del provvedimento di rilascio, che sarebbe dovuto scattare il 4 gennaio del 2019, fino alla data dell’udienza, il 10 giugno prossimo. Il 26 marzo scorso, però, il Tribunale ha revocato la sospensione rendendo di nuovo operativo l’ordine di rilascio. Spazio Temporaneo ha fatto sapere che non avanzerà alcun reclamo cautelare per opporsi alla pronuncia. L’ultima parola però non è ancora stata scritta, dal momento che resta l’udienza del prossimo 10 giugno per la pronuncia del giudice.

“La decisione di uscire non è dovuta a cause di natura giuridica”, ha spiegato Ortolani. “La motivazione principale è da ricercarsi nel fatto che da quasi quattro mesi non abbiamo più i permessi per organizzare gli eventi e non abbiamo più i soldi per mantenere i dipendenti o la guardiania. Gli utili del 2018 sono terminati e il bilancio sta volgendo in passivo, ma non vogliamo fallire. Siamo completamente a terra, non ci aspettavamo che sarebbe finita così”. Per una parte dei frequentatori della movida notturna legata all’ex Dogana, gli eventi sono ripresi in via di Portonaccio 23. “Ma non è un trasferimento”, specifica Ortolani. “Solo una parte dei soci e delle persone che hanno lavorato all’ex Dogana sono transitate sul nuovo progetto”.

I cantieri per la realizzazione del The Student Hotel, ora, hanno campo libero. Si partirà nelle prossime settimane con le verifiche statiche degli edifici che non verranno abbattutti, quelli che affacciano su viale dello Scalo di San Lorenzo, con i sondaggi per verificare l’assenza di reperti archeologici e con la bonifica. Poi si potranno avviare le demolizioni. Per i permessi a costruire mancano solo gli ultimi atti ufficiali. Infine l’apertura dei cantieri per la costruzione dello studentato. Una struttura alta sei piani, per un totale di 500 stanze con tanto di aree studio, spazi per co-working e start up. Un’operazione da 90 milioni di euro destinata a trasformare una parte del quartiere di San Lorenzo. L’area è ancora di proprietà di Cdp Immobiliare che parteciperà alla joint-venture con la società olandese per la trasformazone dell’area. Il contratto tra le due realtà è in via di definizione.

Secondo quanto si apprende, inoltre, il Comune ha richiesto un atto d’obbligo con il quale il futuro gestore si dovrà impegnare a mantenere aperte al pubblico le aree comuni e a recepire alcune richieste del territorio. “Dall’operazione deriveranno inoltre 4 milioni di euro di oneri di urbanizzazione che ho chiesto al Campidoglio di poter reinvestire sul quartiere”, ha spiegato la presidente del municipio II, Francesca Del Bello. “Potremmo utilizzarli per una serie di interventi che ripagherebbero San Lorenzo della presenza della struttura”. 

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Incidente a San Giovanni: donna investita e uccisa da un camion

Torna su
RomaToday è in caricamento