NomentanoToday

San Lorenzo, trafficante di droga evade i domiciliari e torna in carcere

Era ai domiciliari per spaccio internazionale di sostanze stupefacente, ora torna in carcere perché i carabinieri hanno scoperto che evadeva la misura restrittiva

Fu indagato nel 1999 nell’operazione “Maleta” effettuata dal Reparto Operativo Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Roma ed il G.O.A. della G.d.F., coordinati dalla D.C.S.A., con l'accusa di aver costituito e promosso un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti tra il Sud America e l’Italia. Ora, Fabio O, torna in carcere, perché oltre a essere ritenuto responsabile di “associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti”, ha evaso i domiciliari.

OPERAZIONE MALETA - Nel corso dell’operazione furono sequestrati 6 kg di cocaina trasportati in jeans imbevuti di tale sostanza stupefacente dapprima portata allo stato liquido e di altri 7 kg di cocaina. Sempre nella stessa indagine al Fabio O. furono sequestrati preventivamente beni mobili ed immobili per un valore di circa due miliardi di lire.

I DOMICILIARI EVASI - I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo hanno constatato che il 60enne, sottoposto agli arresti domiciliari con l’autorizzazione a recarsi presso una struttura per effettuare delle cure fisio-terapiche, di fatto non le effettuava mai, firmando solamente il registro delle presenze. Le innumerevoli violazioni sono state messe nero su bianco dai militari dell’Arma in un’apposita un’informativa inviata al Tribunale di Sorveglianza che ha emesso un’ ordinanza che dispone la sospensione immediata della misura degli arresti domiciliari ed il ripristino della detenzione in carcere. L’uomo è stato così ammanettato dai Carabinieri di San Lorenzo e condotto presso la casa circondariale di Roma Rebibbia dove sconterà la restante pena.
 dei Carabinieri di Roma ed il G.O.A. della G.d.F., coordinati dalla D.C.S.A., con l'accusa di aver costituito e promosso un’organizzazione criminale dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti tra il Sud America e l’Italia.

Ora, Fabio O, torna in carcere, perché oltre a essere ritenuto responsabile di “associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti”, ha evaso i domiciliari.

OPERAZIONE MALETA - Nel corso dell’operazione furono sequestrati 6 kg di cocaina trasportati in jeans imbevuti di tale sostanza stupefacente dapprima portata allo stato liquido e di altri 7 kg di cocaina. Sempre nella stessa indagine al Fabio O. furono sequestrati preventivamente beni mobili ed immobili per un valore di circa due miliardi di lire.

I DOMICILIARI EVASI - I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo hanno constatato che il 60enne, sottoposto agli arresti domiciliari con l’autorizzazione a recarsi presso una struttura per effettuare delle cure fisio-terapiche, di fatto non le effettuava mai, firmando solamente il registro delle presenze. Le innumerevoli violazioni sono state messe nero su bianco dai militari dell’Arma in un’apposita un’informativa inviata al Tribunale di Sorveglianza che ha emesso un’ ordinanza che dispone la sospensione immediata della misura degli arresti domiciliari ed il ripristino della detenzione in carcere. L’uomo è stato così ammanettato dai Carabinieri di San Lorenzo e condotto presso la casa circondariale di Roma Rebibbia dove sconterà la restante pena.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

Torna su
RomaToday è in caricamento